Processo penale – Filippin: “Con la riforma, una stretta sui reati di furto, rapina e scippo”

“Con la riforma approvata oggi in Senato, abbiamo introdotto, tra le altre cose, un inasprimento delle pene per diversi reati che, come il furto in abitazione e la rapina, colpiscono in maniera drammatica la vita privata delle persone. Con questa riforma manteniamo quindi una promessa fatta e compiamo un nuovo passo avanti per rispondere alla richiesta dei cittadini di avere certezza della pena, una giustizia efficace ed efficiente e tempi rapidi dei processi. Una richiesta che era pervenuta in maniera forte e chiara anche dal territorio veneto”. La senatrice del Pd Rosanna Filippin è intervenuta questa mattina nell’Aula del Senato in dichiarazione di voto sulla riforma del codice penale, soffermandosi in particolare sull’inasprimento della pena per i reati di furto.

“Sono diverse le novità introdotte con la riforma – spiega Filippin –. Tra queste, c’è un intervento deciso nel contrasto di alcuni reati che suscitano per la loro gravità particolare allarme sociale. Vengono nello specifico inasprite le pene per i reati contro il patrimonio, come il furto in abitazione e con strappo, il furto aggravato e la rapina. Reati odiosi che colpiscono nel privato le vittime, ben oltre gli eventuali danni materiali. Oggi diciamo quindi ai cittadini che chi entrerà nelle loro case per rubare o commettere rapine, sarà punito severamente e andrà in prigione. Sul serio. Dove ci sono reati contro la tranquillità e la serenità delle persone, lo Stato deve esserci, e con esso la giustizia”.
“Per rafforzare questo tipo di intervento giuridico – ha detto ancora del suo intervento la senatrice Filippin – nuove professionalità faranno ingresso nel sistema. Nel prossimo biennio mille nuovi magistrati entreranno nelle sedi giudiziarie all’esito dei concorsi già espletati. Il doppio, circa 2000, saranno invece cancellieri e personale amministrativo. Per un miglioramento del quadro complessivo sarà altrettanto importante l’approvazione di altre due riforme del sistema: quella del sistema del processo civile e del diritto fallimentare, anch’esse all’attenzione del Senato. Con oggi – conclude la senatrice – compiamo quindi un primo, fondamentale passo per la sicurezza dei cittadini rendendo questo paese un luogo in cui la certezza della pena diventa realtà”.


Lascia un commento