Il Pd presenta la sua lista Fuori Beraldin e Fantinato

Da Il Giornale di Vicenza del 13/04/2014.

Il Pd ufficializza l´appoggio a Riccardo Poletto, presentando i candidati. Metà sono donne, 5 hanno meno di 30 anni e, in nome del rinnovamento, l´assessore all´urbanistica Mauro Beraldin e l´ex capogruppo Francesco Fantinato, cedono il passo. Dichiarazioni concilianti a parte, si tratta di vedere quali saranno gli strascichi. elettorale. Nel frattempo Poletto e apre alle possibili alleanze al centro. «Un grande partito come il Pd- dichiara – e due liste civiche d´area per dare vita a una coalizione coesa. È chiaro che guardiamo anche al dialogo con i centristi» Continua

BENEDIZIONE DA ROMA: Rosanna Filippin chiama tutti a sostenere il candidato

Da Il Gazzettino del 18/03/2013.

Contro il nulla attuale del centrodestra, eccezion fatta per la Lega Nord di Tamara Bizzotto, il centrosinistra cala un altro asso nella manica con il sostegno a Riccardo Poletto della senatrice bassanese del Pd Rosanna Filippin.
Da Roma l’ex assessora della giunta Cimatti dà il suo appoggio alla figura di Poletto, ribadendo per l’ennesima volta e qualora ve ne fosse ancora bisogno che il Partito Democratico, nonostante le bocciature alle primarie di Cunico, Reginato e Bertoncello, è più vivo che mai. Continua

Il futuro della città nel faccia a faccia tra i candidati PD

I quattro candidati

I quattro candidati

Da Il Giornale di Vicenza  del 05/03/2014.

Il Centrosinistra ora fa sul serio. Il via alle primarie, dalle quali uscirà il candidato per le amministrative di maggio, è stato dato di fronte a un tutto esaurito. Probabilmente ha giocato anche la curiosità per una procedura inedita a Bassano, ma in sala Bellavitis c´erano oltre centoventi persone, tra volti noti e simpatizzanti d´area. Continua

Il mio intervento per l’Assemblea Provinciale di Verona. Congresso sì, ma parliamo il linguaggio del Veneto

Cari amiche e cari amici,

non potendo essere con voi stasera vorrei comunque condividere con voi alcune riflessioni che spero possano essere di stimolo per la discussione.

In primo luogo voglio fare in questa sede il mio più grande in bocca al lupo a Luigi per l’incarico importante e non semplice che dovrà affrontare. Nella mia esperienza ho avuto modo di constatare quanto importante sia il lavoro del Segretario Provinciale e sono certo che Luigi potrà contare sulla collaborazione di tutta l’Assemblea provinciale per affrontare con entusiasmo la sfida di questo nuovo incarico, a questa collaborazione provinciale vorrei aggiungere anche quella mia e del partito regionale.

Anche nelle dichiarazioni di oggi il PD nazionale ha ribadito che il Congresso si svolgerà entro l’anno, e la data delle primarie sarà decisa nella Direzione che a fine mese discuterà e approverà le regole congressuali. Sarà un percorso importante, che ci consentirà di definire al meglio il nostro Partito, prendendo atto degli elementi positivi quanto di quelli che vanno cambiati e migliorati. Continua

Vittoria a Treviso. I Democratici: «Ora prendiamoci la Regione» E i big fanno i nomi di Zanonato e Variati

Da Il Corriere del Veneto dell’11/062013

Corteo Centro Sinistra per TrevisoFilippin: «Primo partito in 5 città su 7». Puppato: «Ora non sediamoci»

VENEZIA — Qualcuno parla di «svolta», altri di «vento nuovo e nuova prospettiva». Altri ancora indicano nel risultato del voto amministrativo sigillato ieri dai ballottaggi l’apertura, per il Partito Democratico e il centrosinistra in regione, di una via che in queste ore viene comprensibilmente letta come «un’occasione storica»: dare al Veneto un governatore con i colori del Pd.
«Il voto – dice il veneziano Davide Zoggia, deputato – dà un giudizio sul governo della Regione. E’ evidente che non possiamo più permetterci di litigare. Dobbiamo fare un congresso come si deve e prepararci a competere per il governo del Veneto». Nel 2015 scade il mandato del presidente Luca Zaia. Due anni posso essere un’eternità ma è anche vero che la politica è roba da maratoneti più che da scattisti. Scardinata la fortezza padana di Treviso; espugnato a San Donà il feudo che fu per due mandati della presidente della Provincia di Venezia, Francesca Zaccariotto; vinta a Piove di Sacco la sfida alla Lega 2.0 del trentenne Andrea Recaldin; infine, scongiurato con il quasi plebiscito per Monica Barbiero lo spettro «pentastellato» di Mira, logico che i Democratici guardino al bersaglio grosso.
«La mia è una giornata bellissima», dice al telefono Rosanna Filippin, senatrice e segretario veneto del Pd. Continua

Filippin: «Ora è sfida per il Veneto»

Da Il Giornale di Vicenza del 28/05/2013

Il segretario regionale: «Nelle città e nei Comuni sopra i 15mila abitanti abbiamo collezionato ottimi risultati»

«La novità è che i cittadini hanno apprezzato la nostra scelta di volere essere partito di governo.
Di certo i veneti hanno dimostrato di premiare un Pd partito di governo, che si occupa dei problemi dei cittadini. E questo ha un chiaro significato anche in vista delle elezioni della Regione del 2015». È prudente soprattutto sui numeri, perché i risultati anche verso sera sono del tutto provvisori. Ma accetta di fare un quadro veneto che comunque le sue indicazioni le sta dando, la senatrice Rosanna Filippin, segretario regionale del Pd.
«Una cosa è chiara: i nostri candidati sono andati molto bene. A parte ovviamente il risultato eccezionale di Vicenza, in praticamente tutti i Comuni con più di 15mila abitanti i nostri candidati si sono ben comportati e vanno al ballottaggio in ottima posizione. A cominciare da Treviso, dove Manildo sta viaggiando conpiù di 10 punti di vantaggio su Gentilini. Ma anche a S. Donà di Piave il risultato è molto buono, a Martellago addirittura si sta sfiorando l´elezione al primo turno. Il risultato è molto buono anche rispetto a quello che ci si poteva aspettare». Continua

Filippin: «Premiato l’impegno di governo»

Da Il Mattino di Padova del 28/05/2013

La segretaria: sono felicissima per i risulati delle nostre città maggiori: perdiamo quando ci isoliamo
Senatrice Rosanna Filippin, niente lacrime stavolta: che ne pensa del risultato elettorale del Pd in Veneto?
«Sono felicissima per il risultato straordinario non solo a Vicenza, grazie al clamoroso successo di Achille Variati, ma in tutto il Veneto dove c’è stata una rimonta incredibile rispetto alle politiche del febbraio scorso. Tre mesi fa ero delusa e sconfortata: il mancato successo della coalizione guidata da Bersani ha dimostrato i limiti di un patto costruito su basi ideologiche e bocciato dagli elettori che hanno scelto il M5S».
Lei sarà in piazza a festeggiare con Variati?
«Certo, sarò a Vicenza, dove tutti i dirigenti e gli elettori del Pd vorrebbero essere per trionfare con il sindaco rieletto al primo turno, in perfetta simbiosi con la sua città. Anche a Treviso il risultato di Giovanni Manildo è straordinario: mi auguro proprio che l’epoca di Gentilini sia finita per sempre, mentre Manuela Dal Lago a Vicenza ha raccolto a fatica i voti di Pdl e Lega. A Martellago il nostro candidato ha sfiorato il successo al 47% e a Marostica è stata eletta una sindaca sostenuta da una coalizione in tutto simile al governo: asse Pd-Pdl-Monti». Continua

Amministrative 2013: con programmi concreti e candidati seri il PD è forza di governo anche in Veneto

variati Il risultato di queste elezioni amministrative in Veneto dimostra in modo chiaro una cosa: con programmi concreti e e candidati seri il Partito Democratico sa essere forza credibile e di governo anche nella nostra regione. Gli elettori premiano un PD intento a risolvere i problemi dei cittadini, e non ricurvo su se stesso.
A Treviso, per vent’anni roccaforte assoluta della Lega e di Gentilini, il candidato del centrosinistra Giovanni Manildo trascina lo sceriffo al ballottaggio: si tratta di un risultato straordinario, che dimostra la necessità di cambiare e ringiovanire la politica cittadina. Il lavoro ricomincia da domani, per convincere i trevigiani che meritano un nuovo Sindaco, che porti aria fresca e idee innovative alla città.
Il risultato di Vicenza, riconquistata al primo turno da Achille Variati, è straordinario. Continua