Barbuto (capo dipartimento ministero giustizia) ieri a Vicenza: «Presto nuovi magistrati»

Da Il Giornale di Vicenza del 30/09/2015.

«È l’occasione, imperdibile, per aumentare la pianta organica del tribunale di Vicenza. Quella attuale è stata sostanzialmente coperta per intero, ma resta insufficiente come oggi certifica anche il ministero. Servono nuovi magistrati in città».È unanime la voce che si è levata ieri a palazzo di giustizia al termine della visita di Mario Barbuto, già presidente della Corte d’Appello di Torino, responsabile del dipartimento dell’Organizzazione giudiziaria del ministero di Grazia e Giustizia. Barbuto, voluto dal ministro Andrea Orlando, ha inaugurato la nuova saletta di ascolto protetto ed ha colto l’occasione per fare il punto sugli organici vicentini, da decenni argomento di discussione e proteste.

Continua

Chiusura Ordine Avvocati – Filippin: “Continueremo a chiedere al Governo di tornare indietro”

La senatrice del Partito Democratico Rosanna Filippin – impossibilitata a presenziare all’assemblea odierna degli Avvocati bassanesi per impegni a Roma precedentemente assunti – rilancia il suo impegno contro la chiusura del Tribunale di Bassano: “Non ho potuto essere a Bassano questa mattina, ma come ho fatto in tutti questi mesi continuerò a portare al Governo la voce unitaria degli avvocati, degli enti locali, dei cittadini e delle associazioni di categoria che chiedono di ripensare una scelta che, lo abbiamo detto sin dall’inizio, è sbagliata e ingiusta per il nostro territorio Continua

Visita rappresentante CSM al Tribunale di Vicenza

Questa mattina la senatrice del Pd Rosanna Filippin ha partecipato alla visita dei rappresentanti del Consiglio Superiore della Magistratura al nuovo Tribunale di Vicenza. Visita durante la quale è stato annunciato l’arrivo già deliberato di 10 magistrati, che vanno ad aggiungersi all’elezione del nuovo presidente Rizzo.

«È un passo decisivo se pensiamo che lo scoperto era di 12 magistrati. Assieme alla nomina del nuovo presidente questa può davvero essere una boccata d’ossigeno e una svolta – sottolinea Rosanna Filippin – Non è però certo la soluzione di tutti i mali della giustizia vicentina. Resta drammatica la questione del personale amministrativo, per la quale si sta lavorando per recuperare fondi nella Legge di Stabilità per consentire la mobilità dei dipendenti in esubero dalla Provincia al Tribunale. Un’opportunità che avevo lanciato nei giorni scorsi. E  gravissimo resta poi il tema della logistica e dello spreco degli spazi di Bassano. Su questo non smettiamo certo la nostra battaglia che, nonostante qualcuno si ostini a dire il contrario, noi stiamo portando avanti con decisione da sempre».

«Il personale della Provincia può potenziare il tribunale»

Una sala del Tribunale di Vicenza

Una sala del Tribunale di Vicenza

Da Il Giornale di Vicenza del 28/11/2014

Dieci anni per una causa civile e un carico di 1300 fascicoli per ogni magistrato. Fino a 40 giorni per l´iscrizione di un decreto ingiuntivo quando basterebbero pochi minuti su un pc. E quanto a produttività in materia di giustizia civile secondo i dati messi in rete dal ministero della Giustizia sui 139 tribunali italiani, il tribunale di Vicenza ha anche il record di lentezza nel Veneto. Con 6531 procedimenti che si trascinano da più di tre anni.
Il più lento sarebbe il tribunale di Belluno. Ma in realtà a soffrire di più è quello di Vicenza a causa del rapporto magistrati-cittadini e del relativo numero di cause. Per il ministero dei sette tribunali veneti (distinti in piccolo, medio, grande) quello che ha il carico di procedimenti pendenti ultra triennali più alto è quello di Belluno (medio-piccolo) con il 35,2% dei procedimenti pendenti pari a 1.128 a fronte della presenza di 11 magistrati togati con un carico per ciascuno di 19.126 cittadini. Continua

Disegno di legge per salvare il Tribunale

Bassano-640x380

Dal Gazzettino del 14/11/2014.

Rosanna Filippin: «Certo, avrà un lungo iter ma fa parte del pacchetto di pressioni che stiamo esercitando sul governo»
Fatto uscire dalla porta, l’emendamento rientra dalla finestra come disegno di legge. E poi si bussa all’uscio del Consiglio superiore della magistratura. Ci s’ingegna così (e con altro ancora) per salvare il tribunale di Bassano. Il primo ottobre, nell’ambito del Dl 312 sullo smaltimento dell’arretrato civile, la senatrice del Pd Rosanna Filippin, membro della commissione Giustizia del Senato, assieme ad alcuni colleghi aveva presentato un emendamento che proponeva di estendere la Legge delega sulla geografia giudiziaria di un altro anno, fino a settembre 2015. Tutto nell’ottica di rivedere i princìpi che hanno portato alla chiusura del palazzo di via Marinali. «La nostra richiesta di estensione della delega – aveva precisato la senatrice bassanese – non vuole essere un modo per prendere tempo, ma un’opportunità per rivedere certi parametri e certe scelte che sono incomprensibili. Soprattutto di fronte a un progetto qual è quello del Tribunale della Pedemontana, che è sostenuto da un ampio territorio e che sarebbe in grado di far fare un passo avanti all’intero sistema giustizia del Veneto». Continua

Presentato emendamento per Tribunale di Bassano. Filippin (PD): «Ogni tentativo è buono: proviamoci fino in fondo»

Bassano-640x380Sono scaduti ieri sera (30/09) gli emendamenti al Decreto Legge 312 sullo smaltimento dell’arretrato civile, Decreto che approderà in Commissione Giustizia già domani, quando nella seduta serale si comincerà a votare gli emendamenti.
La senatrice bassanese del PD Rosanna Filippin, membro della commissione Giustizia al Senato, ha seguito da vicino la vicenda: «Abbiamo presentato, io e alcuni colleghi, un emendamento che propone di estendere la Legge Delega sulla geografia giudiziaria un altro anno, fino a settembre 2015, e nel contempo che modifica i criteri di delega togliendo alcune rigidità. Tutto nell’ottica di rivedere i principi che hanno portato alla chiusura del Tribunale di Bassano». Continua

Governo non interviene pro Tribunale di Bassano. Filippin (PD): «Si apre una fase nuova»

Bassano-640x380È ormai scaduto il tempo per il Governo di intervenire sulla legge delega in materia di geografia giudiziaria e se ne vanno così tutte le speranze di rivedere il Tribunale di Bassano aperto e funzionante. Molta la delusione da parte dei rappresentanti del Partito Democratico della zona, che si sono spesi molto per la causa e che non vogliono darsi per vinti. «Non ho paura di dirlo – afferma la Senatrice bassanese Rosanna Filippin – anche perché l’ho sempre affermato in maniera chiara: il Ministro Orlando ha sbagliato a non intervenire velocemente per riaprire Bassano, visto che le criticità sono moltissime e l’accorpamento con il Tribunale di Vicenza del tutto inefficiente.

Continua

Tribunale di Bassano. Filippin (PD): “Ora il Ministro risponda”

Bassano-640x380Ormai mancano poche settimane perché il Ministro di Grazia e Giustizia Andrea Orlando possa intervenire per salvare le sorti del Tribunale di Bassano, chiuso in seguito alla riforma della geografia giudiziaria, che ha comportato enormi disagi a causa del suo accorpamento con Vicenza.
Ora, con la mediazione del Pd, tre sindaci di altrettanti capoluoghi di provincia veneti (Variati, Manildo e Bitonci) hanno deciso di scrivere congiuntamente al premier Renzi e a Orlando per spingere verso una riapertura di Bassano.
Sulla questione interviene la senatrice e avvocato del Pd Rosanna Filippin, che ha seguito la vicenda fin dagli albori, con numerosi tentativi per scongiurare la chiusura definitiva di Bassano. Continua

Tribunale. Poletto: “Correttivi a breve, speriamo”

19_41_gdv_f1_877

Da Il Giornale di Vicenza del 19/06/2014.

Dall´incontro a Roma con Debora Serracchiani, la delegazione bassanese torna a casa con una promessa. Quella che la vicesegretaria nazionale del Pd riferirà al ministro della Giustizia e insisterà per un incontro a via Arenula. In concreto, però, la strada da percorrere per salvare il tribunale è ancora lunga.
«L´incontro con la vicesegretaria del Pd – commenta il presidente degli avvocati, Francesco Savio – è durato un´ora abbondante. Abbiamo espresso le nostre riserve in merito alla relazione della commissione, dalla quale non emerge la situazione di pesantissimo disagio successiva all´accorpamento a Vicenza. In cambio, la nostra interlocutrice ha dichiarato che insisterà con il ministro per un secondo incontro» Continua

Tribunale, il destino è segnato

Il tribunale di Bassano del Grappa

Il tribunale di Bassano del Grappa

Da Il Giornale di Vicenza del 12/06/2014.

La Commissione ministeriale brucia quasi ogni speranza per la riapertura del tribunale di Bassano. La Commissione per il monitoraggio sullo stato di attuazione della riforma giudiziaria ha consegnato le conclusioni del suo lavoro di analisi al ministro della giustizia Andrea Orlando. E per Bassano non ci sono buone notizie. Sebbene la Commissione abbia ammesso che alcune sedi giudiziarie, tra le quali anche l´attuale Bassano-Vicenza, stiano «ravvisando forti difficoltà, soprattutto di carattere logistico, da approfondire con una serie di controlli», non ritiene che queste difficoltà siano tali da richiedere una revisione della riforma della giustizia. Anche perché, sempre secondo la Commissione, questi problemi si stanno affrontando con il temporaneo utilizzo dei locali degli uffici assorbiti. Cosa che però non sta avvenendo a Bassano, dove i locali del tribunale sono utilizzati in maniera estremamente ridotta. E qui arriva la tegola per il foro cittadino. Continua