Con il ciclone Renzi ora si cambia davvero

UntitledBassano del Grappa, 27 maggio – All’indomani dello spoglio delle elezioni europee e amministrative la senatrice bassanese Rosanna Filippin commenta lo straordinario risultato ottenuto dal PD. Un successo che va oltre ogni più rosea aspettativa: alle europee il Partito Democratico di Matteo Renzi supera il 40%, mentre nel territorio sono state “espugnate” storiche roccaforti del centrodestra.
“Il 26 maggio è un giorno memorabile per il PD – esclama Rosanna Filippin – il ciclone Renzi è partito, e chi lo ferma più. Non ci aspettavamo un tale successo ed è stato emozionante condividerlo con tutta la squadra vicentina”. Continua

Marò, la solidarietà dei Sikh «Sostegno alla linea italiana»

I rappresentanti della comunità Sikh ricevuti ieri

I rappresentanti della comunità Sikh ricevuti ieri

Da Il Giornale di Vicenza del 11/03/2014.

Non sarà l’incontro che deciderà le sorti di Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, i due marò italiani imprigionati in India, ma ha comunque un significato umano e politico non indifferente: ieri, Rosanna Filippin, senatrice del Partito democratico, ha ricevuto una rappresentanza della comunità Sikh, compresi il suo presidente in Italia e un parlamentare indiano, che ha espresso solidarietà e promesso «interessamento concreto» a sostegno alla causa dei due fucilieri di marina in seno alle istituzioni indiane.

Continua

Alla direzione Pd i renziani berici vanno in bianco, delusione tra i fan del segretario. Confermate Sbrollini e Filippin

Da Il giornale di Vicenza del 16/12/2013

Erano partiti per Milano con grandi entusiasmo e aspettative, dopo che il loro beniamino aveva trionfato anche a livello provinciale nelle primarie. Ma il clima nel viaggio di ritorno non è stato altrettanto euforico per la folta truppa dei renziani vicentini, nove delegati sui tredici che il Pd berico ha mandato alla prima assemblea nazionale post-primarie. Sono rimasti “quasi” tutti fuori. Il “quasi” è perché nella direzione nazionale sono entrate due vicentine, Daniela Sbrollini (esponente di Areadem inserita tra i renziani in seguito all´accordo tra le correnti) e Rosanna Filippin (in qualità però di segretario regionale). Peraltro si tratta di due conferme, dato che entrambe erano già dentro alla direzione nazionale, l´organo di indirizzo “politico” del partito. Niente bis per Alessandra Moretti, sacrificata in nome della riduzione dei componenti da 200 a 120. Continua

Quel trucco salva-voto «Guai citare Vicenza» Deputati e senatori hanno lavorato dietro le quinte «L´idea? Usare la formula “accordo internazionale”»

Da Il Giornale di Vicenza del 24/11/2013

Più che un blitz parlamentare è sembrata un´operazione da servizi segreti. O da carbonari. Fatta di incontri, telefonate, riunioni e divisioni di compiti («allora tu Daniela tampini il sottosegretario, tu Pierantonio copri Santini con i tuoi…») e “lobbing” discreta. Per di più con il sostegno degli avversari del centrodestra. Insomma tutti uniti al grido di «viva la tangenziale».
È Federico Ginato, deputato Pd e promotore della “stangata”, a raccontare come è andata. Partendo da quella circostanza fortunata: la discussione sulla legge di stabilità è affidata alla commissione bilancio del Senato. Dove relatore è il vicentino Giorgio Santini. Tutto bene ma c´è una mina vagante da evitare come la peste: «Vicenza non doveva comparire in nessun modo, altrimenti altri si sarebbero tuffati a chiedere soldi anche per loro». Bella grana. Ma quel passaggio è necessario: «Quando la discussione è stata assegnata al Senato ho sentito subito Santini che da relatore può presentare sempre emendamenti». La settimana prima del voto è fatta di colloqui e accordi. Ginato e Santini parlano con Variati. Dietro le quinte si muovono anche Rosanna Filippin e Piergiorgio Zanettin. Continua

Tangenziale, il primo sì dal Senato. Aumentata la cifra a disposizione dell´Anas di 150 milioni di euro.

Da Il Giornale di Vicenza del 24/11/2013

E così alla fine per fare una tangenziale promessa da un paio di Governi ad almeno due amministrazioni locali bisogna usare i trucchetti. Così l´altro ieri, durante la discussione della legge di stabilità in commissione bilancio del Senato, è stato approvato un emendamento infilato in extremis dal relatore Giorgio Santini (diventato eroe bipartisan) che aumenta lo stanziamento dei fondi Anas da 335 mln a 485 mln. E che senza mai nominare Vicenza garantisce i fondi per la tangenziale nord.
È stato un vero e proprio blitz, quello di venerdì. Tutto alla vicentina, organizzato dal Pd con l´appoggio esterno di alcuni rappresentanti del Pdl (o ex Pdl). Il primo passo è stato quello di far aumentare lo stanziamento dei fondi Anas da 335 mln a 485 mln. Il secondo è più sofisticato, perché il testo iniziale parlava di «manutenzione dell´esistente od opera già avviate». Bella fregatura. Così arriva la formuletta magica: «Per la realizzazione di nuove opere è data priorità a quelle già definite da Protocolli d´intesa attuativi e conseguenti ad accordi internazionali». E qual è ad esempio una nuova opera «conseguente ad accordi internazionali»? La tangenziale nord di Vicenza che deve passare sopra al Dal Molin. E che era la compensazione numero per Vicenza in cambio della cessione dell´ex aeroporto alla base Usa. Continua

Il Congresso del PD Vicentino si è concluso: qualche riflessione (e qualche ringraziamento)

menegozzo-cunicoIeri sera gli ultimi circoli del Partito Democratico della provincia di Vicenza si sono riuniti e hanno espresso il loro voto, rinnovando i segretari di circolo ed esprimendo le loro preferenze per il nuovo segretario provinciale.
E’ stato un congresso vivo e dibattuto, come deve essere un congresso “vero”, ma sempre corretto nei toni e nella forma. Di questo voglio ringraziare sia i candidati ma anche e sopratutto gli oltre 2000 vicentini che hanno partecipato alla selezione della nuova classe dirigente del Partito. Ci sono stati tanti incontri e dibattiti, in cui i due candidati Giovanni Cunico e Piero Menegozzo hanno presentato i loro progetti e programmi per il nostro Partito Democratico,ma hanno anche risposto a domande, sollecitazioni, provocazioni degli iscritti.
Posso dirlo? Sono orgogliosa del mio partito, che si riunisce, discute, e poi si esprime a maggioranza.
Alla fine del voto in tutti i circoli Piero Menegozzo ha ricevuto 1326 voti e 106 delegati all’Assemblea provinciale, superando Giovanni Cunico che ha totalizzato 705 voti e 54 delegati. Domani sera la nuova assemblea provinciale si riunirà alle 20.00 all’Alfa Fiera Hotel per proclamare Piero nuovo segretario del PD Vicentino. Continua