Moretti in corsa per le Regionali? Le donne democratiche si dividono

Alessandra-Moretti-380x270

Da Il Corriere del Veneto del 28/05/2014.

Cosa ne pensano le donne democratiche? Al di là dei complimenti di rito e delle prevedibili dichiarazioni di appoggio, le differenze si notano. Eccome. L’ex segretaria regionale Rosanna Filippin, per esempio, è priva di ombre di competitività nei confronti dell’«amica Alessandra»: «Il suo successo strepitoso la mette inevitabilmente nel campo delle possibili candidate. Detto questo, qualsiasi ipotesi di selezione che non passi per le primarie è da scartare. Sia detto da una che ha patito questo tema sulla sua carne viva». Continua

Marò, la solidarietà dei Sikh «Sostegno alla linea italiana»

I rappresentanti della comunità Sikh ricevuti ieri

I rappresentanti della comunità Sikh ricevuti ieri

Da Il Giornale di Vicenza del 11/03/2014.

Non sarà l’incontro che deciderà le sorti di Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, i due marò italiani imprigionati in India, ma ha comunque un significato umano e politico non indifferente: ieri, Rosanna Filippin, senatrice del Partito democratico, ha ricevuto una rappresentanza della comunità Sikh, compresi il suo presidente in Italia e un parlamentare indiano, che ha espresso solidarietà e promesso «interessamento concreto» a sostegno alla causa dei due fucilieri di marina in seno alle istituzioni indiane.

Continua

Tribunale: nessun risparmio. Presentato esposto al Ministero.

Bassano-640x380

Da Il Corriere del Veneto del 18/12/2013

Gli avvocati Nereo Merlo e Gabriella Terzani del comitato per la salvaguardia del tribunale di Bassano, assieme a 23 e x dipendenti degli uffici giudiziari della città del Grappa, hanno presentato ieri un esposto alla Corte dei Conti per danno erariale, contro il Ministero della Giustizia.

«Alla luce delle criticità registrate – si legge – con l’accorpamento a Vicenza, e del contenuto dell’ordinanza del Tar del 6 dicembre che ha definitivamente smentito la sussistenza dei paventati presupposti della spending review, invocati per giustificare l’accorpamento del tribunale e della procura di Bassano del Grappa a Vicenza». Continua

Partito il nuovo orario. Odissea per i pendolari. Treni pieni o cancellati.

Ecco come si presentava il treno ieri mattina un treno: spazi ristretti e tutti in piedi.

Ecco come si presentava il treno ieri mattina un treno: spazi ristretti e tutti in piedi.

Da Il Giornale di Vicenza del 17/12/2013.

Entra in vigore il nuovo orario ferroviario cadenzato, e per i pendolari è subito odissea. Poi, ci mette lo zampino anche un guasto sulla linea Padova-Mestre. Così, poco dopo le 6, i ritardi e le corse soppresse non si contano più. O meglio, le conta ancora chi in treno viaggia regolarmente. Intorno alle 13, quando la rabbia dei viaggiatori sfuma in rassegnata frustrazione, giunge un comunicato di Trenitalia. Nella nota si legge che 14 treni regionali hanno registrato ritardi e 6 sono stati cancellati. Per i pendolari vicentini che arrivano tardi al lavoro o all’università è un’ecatombe. Continua

Tribunale: la spending review comincia da qui. Come salvare capra e cavoli.

Il tribunale di Bassano del Grappa

Il tribunale di Bassano del Grappa

Sfogliando ieri il Giornale di Vicenza, a pagina 24 mi sono imbattuta in questo articolo. La prima cosa che mi sono detta è stata: «Ma guarda, ancora problemi per questi benedetti tribunali del nostro territorio. Riusciremo mai a trovare una soluzione definitiva al problema?».
In breve, per chi non ha voglia di leggersi tutto l’articolo, il giornale riportava l’ennesima cattiva notizia: i 500 mila euro per la sistemazione e l’arredo di questa parte del tribunale sono stati congelati. Motivo? La struttura vicentina di Borgo Berga, che dovrebbe ospitare il tribunale civile, ha riscontrato dei problemi strutturali: le pavimentazioni non reggerebbero la grossa mole di documenti che si dovrebbero archiviare dopo la chiusura dei tribunali di Bassano e Schio e il loro accorpamento con quello di Vicenza.

Ecco dunque l’ennesima riprova che una chiusura definitiva del tribunale di Bassano non porterebbe a nulla di buono, dal momento che anche le strutture pensate per sostituirlo si rivelano ogni giorno che passa sempre più inadatte. E oltre ai fatti oggettivi, a darci ragione è anche il parere unanime della Commissione Giustizia di poche settimane fa.
E allora, io che sono abituata a guardare il lato positivo delle cose (anche se a volta faccio veramente fatica), a guardare il bicchiere mezzo pieno, ha cominciato a rodermi nella testa il germe di una nuova idea, diversa, ambiziosa, ma che più ci penso e più mi convince. E più penso che, dopotutto, questa idea non sia così irrealizzabile. Continua

Tangenziale, il primo sì dal Senato. Aumentata la cifra a disposizione dell´Anas di 150 milioni di euro.

Da Il Giornale di Vicenza del 24/11/2013

E così alla fine per fare una tangenziale promessa da un paio di Governi ad almeno due amministrazioni locali bisogna usare i trucchetti. Così l´altro ieri, durante la discussione della legge di stabilità in commissione bilancio del Senato, è stato approvato un emendamento infilato in extremis dal relatore Giorgio Santini (diventato eroe bipartisan) che aumenta lo stanziamento dei fondi Anas da 335 mln a 485 mln. E che senza mai nominare Vicenza garantisce i fondi per la tangenziale nord.
È stato un vero e proprio blitz, quello di venerdì. Tutto alla vicentina, organizzato dal Pd con l´appoggio esterno di alcuni rappresentanti del Pdl (o ex Pdl). Il primo passo è stato quello di far aumentare lo stanziamento dei fondi Anas da 335 mln a 485 mln. Il secondo è più sofisticato, perché il testo iniziale parlava di «manutenzione dell´esistente od opera già avviate». Bella fregatura. Così arriva la formuletta magica: «Per la realizzazione di nuove opere è data priorità a quelle già definite da Protocolli d´intesa attuativi e conseguenti ad accordi internazionali». E qual è ad esempio una nuova opera «conseguente ad accordi internazionali»? La tangenziale nord di Vicenza che deve passare sopra al Dal Molin. E che era la compensazione numero per Vicenza in cambio della cessione dell´ex aeroporto alla base Usa. Continua

Il mio intervento per l’Assemblea Provinciale di Verona. Congresso sì, ma parliamo il linguaggio del Veneto

Cari amiche e cari amici,

non potendo essere con voi stasera vorrei comunque condividere con voi alcune riflessioni che spero possano essere di stimolo per la discussione.

In primo luogo voglio fare in questa sede il mio più grande in bocca al lupo a Luigi per l’incarico importante e non semplice che dovrà affrontare. Nella mia esperienza ho avuto modo di constatare quanto importante sia il lavoro del Segretario Provinciale e sono certo che Luigi potrà contare sulla collaborazione di tutta l’Assemblea provinciale per affrontare con entusiasmo la sfida di questo nuovo incarico, a questa collaborazione provinciale vorrei aggiungere anche quella mia e del partito regionale.

Anche nelle dichiarazioni di oggi il PD nazionale ha ribadito che il Congresso si svolgerà entro l’anno, e la data delle primarie sarà decisa nella Direzione che a fine mese discuterà e approverà le regole congressuali. Sarà un percorso importante, che ci consentirà di definire al meglio il nostro Partito, prendendo atto degli elementi positivi quanto di quelli che vanno cambiati e migliorati. Continua

Filippin: «Ora è sfida per il Veneto»

Da Il Giornale di Vicenza del 28/05/2013

Il segretario regionale: «Nelle città e nei Comuni sopra i 15mila abitanti abbiamo collezionato ottimi risultati»

«La novità è che i cittadini hanno apprezzato la nostra scelta di volere essere partito di governo.
Di certo i veneti hanno dimostrato di premiare un Pd partito di governo, che si occupa dei problemi dei cittadini. E questo ha un chiaro significato anche in vista delle elezioni della Regione del 2015». È prudente soprattutto sui numeri, perché i risultati anche verso sera sono del tutto provvisori. Ma accetta di fare un quadro veneto che comunque le sue indicazioni le sta dando, la senatrice Rosanna Filippin, segretario regionale del Pd.
«Una cosa è chiara: i nostri candidati sono andati molto bene. A parte ovviamente il risultato eccezionale di Vicenza, in praticamente tutti i Comuni con più di 15mila abitanti i nostri candidati si sono ben comportati e vanno al ballottaggio in ottima posizione. A cominciare da Treviso, dove Manildo sta viaggiando conpiù di 10 punti di vantaggio su Gentilini. Ma anche a S. Donà di Piave il risultato è molto buono, a Martellago addirittura si sta sfiorando l´elezione al primo turno. Il risultato è molto buono anche rispetto a quello che ci si poteva aspettare». Continua

Filippin: «Premiato l’impegno di governo»

Da Il Mattino di Padova del 28/05/2013

La segretaria: sono felicissima per i risulati delle nostre città maggiori: perdiamo quando ci isoliamo
Senatrice Rosanna Filippin, niente lacrime stavolta: che ne pensa del risultato elettorale del Pd in Veneto?
«Sono felicissima per il risultato straordinario non solo a Vicenza, grazie al clamoroso successo di Achille Variati, ma in tutto il Veneto dove c’è stata una rimonta incredibile rispetto alle politiche del febbraio scorso. Tre mesi fa ero delusa e sconfortata: il mancato successo della coalizione guidata da Bersani ha dimostrato i limiti di un patto costruito su basi ideologiche e bocciato dagli elettori che hanno scelto il M5S».
Lei sarà in piazza a festeggiare con Variati?
«Certo, sarò a Vicenza, dove tutti i dirigenti e gli elettori del Pd vorrebbero essere per trionfare con il sindaco rieletto al primo turno, in perfetta simbiosi con la sua città. Anche a Treviso il risultato di Giovanni Manildo è straordinario: mi auguro proprio che l’epoca di Gentilini sia finita per sempre, mentre Manuela Dal Lago a Vicenza ha raccolto a fatica i voti di Pdl e Lega. A Martellago il nostro candidato ha sfiorato il successo al 47% e a Marostica è stata eletta una sindaca sostenuta da una coalizione in tutto simile al governo: asse Pd-Pdl-Monti». Continua

Amministrative 2013: con programmi concreti e candidati seri il PD è forza di governo anche in Veneto

variati Il risultato di queste elezioni amministrative in Veneto dimostra in modo chiaro una cosa: con programmi concreti e e candidati seri il Partito Democratico sa essere forza credibile e di governo anche nella nostra regione. Gli elettori premiano un PD intento a risolvere i problemi dei cittadini, e non ricurvo su se stesso.
A Treviso, per vent’anni roccaforte assoluta della Lega e di Gentilini, il candidato del centrosinistra Giovanni Manildo trascina lo sceriffo al ballottaggio: si tratta di un risultato straordinario, che dimostra la necessità di cambiare e ringiovanire la politica cittadina. Il lavoro ricomincia da domani, per convincere i trevigiani che meritano un nuovo Sindaco, che porti aria fresca e idee innovative alla città.
Il risultato di Vicenza, riconquistata al primo turno da Achille Variati, è straordinario. Continua

Sernagiotto commissaria un’altra Ipab, rivolta del Pd

Da “Il Mattino di Padova” del 9/05/2013
L’assessore ai Servizi sociali del Veneto decapita anche i vertici di Vicenza. Il sindaco Variati: «Provvedimento vergognoso in piena campagna elettorale»

VICENZA Un’altra Ipab commissariata dalla Regione. L’assessore al welfare Remo Sernagiotto, stavolta, prende di mira l’Ipab di Vicenza, guidata da Giovanni Rolando, capolista della civica Per Variati. Azzerato il cda. Durissime le reazioni del sindaco Variati e della senatrice del Pd, Rosanna Filippin, segreteria regionale del Pd « provvedimento «vergognoso, sulla pelle dei non autosufficienti». Il commissario è Francesco Zantedeschi, di Negrar.

Continua